Scopri il Funnel Marketing Formula TOUR (Roma – Milano – Padova – Bologna – Ottobre 2017) >>

 

Settimana scorsa, nel primo video, abbiamo visto le 3 fasi del pre-funnel, funnel e post-funnel (così come spiego nel capitolo sulle 9 fasi di marketing nel libro Funnel Marketing Formula), oggi invece voglio presentarti il secondo video in cui ti spiego tutto quello che viene prima di costruire un funnel, prima ancora di spendere soldi in pubblicità.

Se non hai visto il primo di questi 3 video ti invito a farlo prima di guardare questo.

Oggi trattiamo alcuni dei 22 elementi che puoi utilizzare per creare i tuoi funnel indipendentemente dal settore in cui sei e dagli obiettivi che hai.

 

List Building

La parte che voglio trattare oggi è quella di list building, cioè la parte di acquisizione della mail.

Parto da una premessa che secondo me è davvero molto importante: è sempre più difficile acquisire la mail di un lead. La tecnica di dare un contenuto in cambio del contatto è ormai è sin troppo utilizzata, di conseguenza, ottenendo meno contatti, i costi pubblicitari aumentano, gli indici di conversione calano e questa forbice diventa sempre più grande e pericolosa: se non entrano le persone dentro al tuo funnel, tutto ciò che hai sviluppato dopo i video, i contenuti e tutto il resto, ha meno efficacia ed ottieni meno risultati in termini di richieste, di contratti commerciali e quindi di vendite.

 

Scopri il Funnel Marketing Formula TOUR (Roma – Milano – Padova – Bologna – Ottobre 2017) >>

 

Quindi quali sono gli strumenti che puoi utilizzare per cercare di testare i vari canali?

Cosa ti aiuta a convertire?

Ti consiglio di usare alcuni dei 22 elementi:

 – Optin Page: la pagina ha un solo obiettivo, ovvero quello di ottenere la mail, per esempio “scopri come ottenere…”, “scopri come risolvere tal problema…” tramite dei contenuti che possono essere video pdf, check list o qualsiasi altro lead magnet (tecnicamente si chiama così) da scaricare. L’optin page è davvero utile poiché non porta il lead su di un sito ma lo porta su questa pagina che generalmente ha degli indici di conversione ben più alti.

 – Pop-Up: è un elemento che compare per chiederti la mail, generalmente associata al tuo sito, al tuo blog o al tuo funnel. Quando un lead sta per uscire dalla pagina appare questo pop-up che ti dice “Fermati! Prima di uscire raccogli questa informazione, scarica questo elemento, accedi a questa survey!” in modo tale da prendere la sua mail prima di perderlo, perché una volta perso probabilmente è perso per sempre…

Anche se i contenuti che fornisci sono molto interessanti, le persone potrebbero entrare nel tuo blog o nel tuo sito ma non avere tempo, in quel momento, per leggere o ascoltare ciò che proponi, serve quindi un gancio per creare relazione con loro e fare list building è possibile anche con anche pop-up. 

 – Spedizione Gratis: tecnicamente si chiama “Free Plus Shipping”, noi ultimamente l’abbiamo utilizzata col book funnel. Sono delle optin page con indici di conversione molto alti, landing page più lunghe del solito con due form, uno dove raccogli la mail, l’indirizzo e il nominativo, e uno dove si effettua il pagamento per un prodotto (generalmente gratuito) facendo pagare solo le spese di spedizione. Va molto di moda ultimamente il famoso “paccone” e con questo tipo di funnel puoi attuarlo andando quasi a break-even con degli indici di conversione molto alti; è un ottimo elemento per fare list building.

 

Scopri il Funnel Marketing Formula TOUR (Roma – Milano – Padova – Bologna – Ottobre 2017) >>

 

 – Webinar: puoi utilizzarlo per prendere il contatto poiché chi vuole parteciparvi deve per forza darti prima la sua email. Ci si può prenotare per una data precisa o vederlo live, resta il fatto che il webinar è un contenuto un po’ più impegnativo da costruire perché può durare da mezz’ora fino anche all’ora e mezza.

 – Exit Pop-Up: è il pop-up che si utilizza quando un utente sta per uscire, diciamo che è un po’ un paracadute di salvataggio per prendere un contatto ma può comunque aiutarti nell’aumentare l’indice di conversione.

 – Blog Landing Page: noi lo utilizziamo moltissimo nel blog funnel come home page del blog, lo spirito è: vuoi i contenuti? Allora dammi la mail!

 

Questi sono solo alcuni degli elementi fondamentali per fare list building, puoi utilizzarne diversi per capire quali e in che gradino della tua scala di valori può essere il più indicato per acquisire email.

Nel prossimo video ti spiegherò la terza parte, ovvero quali sono le offerte che puoi utilizzare per ottenere buyers e super buyers (cioè coloro che sono già degli ottimi compratori).

L’offerta ti aiuta a risolvere nell’immediato il primo obiettivo: andare a break-even, in questo modo avrai il budget necessario da rispendere nella prossima campagna pubblicitaria, inoltre riuscirai a capire quali sono le persone alle quali proporre un marketing ancora più raffinato in quanto già palesemente interessate ai tuoi prodotti o servizi.

Ciao, ci vediamo nel prossimo video!

 

Scopri il Funnel Marketing Formula TOUR (Roma – Milano – Padova – Bologna – Ottobre 2017) >>

 

 

Pre-Funnel 2/3: List Building nel Funnel Marketing ultima modifica: 2017-08-22T11:57:35+00:00 Oggi parliamo di list building, cioè la parte di acquisizione della mail e di tutto ciò che viene prima di costruire un funnel. da Michele Tampieri

Trovi interessante questo articolo?

Condividilo con il tuo Network Preferito